venerdì, 12 Luglio, 2019

La carne vegetale potrebbe essere il business che ti cambia la vita…anche se adori le bistecche

Comprare Azioni Beyond Meat conviene ancora? Cosa ci dicono le quotazioni di beyond meat? Dopo l’esagerata IPO le azioni potrebbero salire ancora?

Che tu sia un appassionato della bistecca fiorentina o un sostenitore della dieta vegana/vegetariana non importa, qui parliamo di soldi, tanti soldi, così tanti che se tu, il giorno dell’IPO (2 maggio 2019), avessi investito 1000€ in azioni beyond meat oggi avresti in tasca 6.280€.

Ma prima di correre a comprare una manciata di azioni beyond meat come se fossi al mercato del pesce devi ascoltarmi…potrebbe non essere una buona idea, soprattutto se lo fai senza sapere quello che sto per dirti.

Azioni beyond meat: e se fosse solo entusiasmo temporaneo?

Nonostante l’IPO di beyond meat sia stata la più importante del 2019 (un incremento del 500%, che ha portato la società ad un valore di 5,9 miliardi) trarre conclusioni sul futuro di questa società non è semplice, ci sono delle cose che dobbiamo analizzare per capire se sia il caso di dedicare parte del tuo capitale all’investimento in azioni beyond meat, in caso contrario, credimi, non ti direi mai: investi in un’azienda che non può crescere, chiaro?! Andiamo avanti…

Come ti ho detto ci sono dei requisiti che dobbiamo analizzare per capire se beyond meat può crescere nel tempo e fare utili, cosa che attualmente, come tutte le aziende giovani (è stata fondata da Ethan Brown, attuale CEO, nel 2009), non fa.

Requisiti da valutare per comprare azioni beyond meat

  1. Business model dell’azienda
  2. Profitti/perdite
  3. Analisi dei competitor
  4. Chi sono i c-levels (ossia le figure di spicco dell’azienda)
  5. RoadMap prodotti/servizi (capire se l’azienda investe in ricerca e sviluppo; se ha progetti di inglobare altre aziende)
  6. Capire se il titolo è sovra o sottostimato

Mettiti comodo, dopo l’analisi di questi 6 requisiti saprai esattamente se investire in azioni beyond meat farà crescere i tuoi soldi come Super Mario quando mangia i funghi.

BUSINESS MODEL BEYOND MEAT

Il modello di business di beyond meat non è affatto complesso come quello di molte aziende che si quotano a Wall Street: l’azienda produce quella che gli americani definiscono “Fake Meat” (carne finta) che, a detta del CEO e di quelli che hanno assaggiato il prodotto, è molto simile, sia di sapore sia di aspetto, alla carne “tradizionale”.

Che il sapore ricordi quello di una bistecca oppure di una rapa rossa non importa, ciò che conta è che ci sia un mercato pronto a comprare il prodotto e questo mercato non solo c’è, ma secondo gli analisti di JP Morgan, Ken Goldman e James Allen,  è destinato a crescere in modo esponenziale: da qui a 15 anni il giro d’affari delle carni a base vegetale potrebbe superare i 100 miliardi, il che potrebbe portare il fatturato di beyond meat a circa 15 miliardi…non proprio bruscolini direi.

Ma come si produce la carne vegetale di beyond meat?

Partiamo da un concetto, la “carne”  di beyond meat non è un prodotto che potremmo accomunare ai normali hamburger di verdura, infatti lo scopo dell’azienda è quello di creare un prodotto del tutto simile, sia nell’aspetto sia nel gusto, alla carne.

Per farlo utilizzano vari ingredienti tra cui proteine di piselli, olio di cocco, cellulosa di bambù, cellulosa di metile, amido di patata, maltodestrina, estratto di lievito, sale, olio di girasole, glicerina vegetale, amido secco, gomma arabica, acido ascorbico (per preservare il colore), succo di barbabietola (per conferire il colore rosso tipico della carne), amido del cibo modificato, acido acetico, estratto di mela e succo di limone concentrato.

Insomma, non proprio un prodotto che può essere in qualche misura replicato a casa. Ora, la cosa interessante non sta tanto nel fatto che questo prodotto sia simile alla carne bensì nel fatto che sia ecosostenibile…ed è proprio questo che ha fatto si che tanti investitori, come Leonardo Di Caprio e Bill Gates, sostenessero con forza il progetto.

La sostenibilità del prodotto è il vero affare…pensaci…se negli anni 80 fosse venuta fuori una cosa di questo tipo quanti sarebbero stati disposti ad accettarla?! Bene, mi hai capito…NESSUNO!

Nessuno 15-20 anni fa avrebbe mai e poi mai pensato ad una finta carne a basso impatto ambientale semplicemente perché non c’era la sensibilità che c’è oggi relativa alla salvaguardia dell’ambiente. Questa esigenza ha scaturito una domanda destinata a crescere sempre di più, quindi, beyond meat non è nel business della carne finta, come un’analisi spicciola potrebbe far credere, ma nel business della sostenibilità ambientale e dei diritti animali.

La produzione della carne beyond meat ha dei vantaggi non indifferenti rispetto alla produzione della carne tradizionale:

  • risparmio di terra utilizzata 95%
  • risparmio di acqua 75%
  • emissioni di gas serra -87%

ora capisci il perché beyond meat potrebbe essere in futuro una delle aziende più ricche al mondo?

PROFITTI/PEDITE BEYOND MEAT

Qui andiamo a toccare il tasto dolente di tutte le aziende che nascono per dominare interi settori e vengono foraggiate da investitori che sono disposti a credere in un progetto rivoluzionario.

Come Amazon, come Google, come tante altre aziende, beyond meat è nella sua fase iniziale di conquista, ed in questa fase non si fanno utili. I capitali derivanti dagli investimenti privati e gli incassi vanno necessariamente reinvestiti per ingrandire il progetto, il che è certamente la strada maestra da seguire.

Nel 2018 beyond meat perde 30 milioni di dollari a fronte di ricavi per 88 milioni, mentre nel 2017 i ricavi erano di appena 21 milioni e le perdite di 23.

Queste cifre possono far spaventare, ma stai tranquillo, l’azienda attualmente vale miliardi di dollari ed è la PRIMA del settore ed essere i primi in un mercato emergente è un vantaggio competitivo che, se ben sfruttato, cosa che beyond meat sta facendo in modo molto intelligente, spazza via anche player che hanno capitali più grandi ed operano già nel settore food.

PICCOLA LEZIONE DI MARKETING E POSIZIONAMENTO

(ringraziami perché le cose che sto per dirti vengono vendute a caro prezzo in corsi di formazione importanti)

Se ti dico dimmi un competitor di CocaCola cosa rispondi?

Bravo, la Pepsi è il competitor diretto di CocaCola…e chi è il terzo?

…..dai…pensaci…

…..

No eh…non ti viene in mente nessuno….

Esistono migliaia di marchi di cola sparsi nei discount di tutto il mondo, eppure, nella tua testa ce ne sono solo 2, ma tranquillo, non è colpa tua: nella testa dei consumatori c’è spazio solo per un leader ed un co-leader, tutti gli altri produttori si azzuffano per prendersi le briciole.

Attualmente beyond meat è il leader di settore ed è l’unico che sta imprimendo a fuoco il proprio marchio nella testa dei consumatori, il che significa che, se farà le cose come le sta attualmente facendo, ci sarà spazio solo per un altro player che, con buone probabilità, sarà il co-leader di settore.

Ora voglio che tu rispondi a questa domanda:

Conviene comprare azioni beyond meat oggi, anzi proprio ORA, considerando che con ottime probabilità manterrà il ruolo di leader in un settore che tra 15 anni avrà un valore di 100 miliardi?

Bene, andiamo avanti…

ANALISI DEI COMPETITOR DI BEYOND MEAT

Come ti ho già detto beyond meat è attualmente il leader di questo nuovo mercato, ma certamente farà da apripista per altri che vorranno accaparrarsi una fetta del business.

Inutile girarci introno, succede sempre: appena si annusa l’affare ci saranno tantissime altre aziende, grandi e piccole, che cercheranno di trovare un modo per posizionarsi e sgraffignare qualche quattrino.

Ora, noi non siamo qui per fare giochini strani e partorire idee stupide del tipo: se nasce un’altra azienda che compete con beyond meat e magari è anche migliore…

Quelli di beyond meat non sono stupidi e sprovveduti: il loro sistema di produzione di carne vegetale è BREVETTATO.

Il brevetto è il modo migliore per PROTEGGERE un business, quindi, stai sicuro che sarà difficile per una nuova azienda prendere il posto di beyond meat, quindi, concentriamoci su chi invece ha già una probabilità a favore.

Prima di tutto dobbiamo pensare ai maggiori produttori di carni, eh già, è vero che magari potrebbe sembrare una strategia stupida quella di posizionarsi come leader di carne e carne vegetale, ma sveglia…basta appioppare un nuovo brand e le persone ci cascano a meno che il leader di settore non prenda un posto speciale nella testa dei clienti.

Tyson Foods, il più grande produttore di carne degli Stati Uniti ed uno dei player mondiali del settore carni, che vale 1.400 miliardi di dollari (eh si, lo so che è una cifra inimmaginabile), ha già impacchettato il suo bel marchio Raised & Rooted, che porterà avanti la linea di prodotti a base di proteine vegetali. Ecco, Tyson Foods, che fattura circa 40 miliardi, potrebbe accaparrarsi la seconda posizione o, perché no, tentare di salire sul podio.

Va detto che questa è stata una recente mossa messa in atto dopo il successo dell’IPO di beyond meat (quando si annusa l’affare…), inoltre, il colosso statunitense per prendere parte al mercato ha venduto la sua partecipazione a beyond meat (eh si, Tyson Foods aveva investito in beyond meat) prima dell’IPO.

JbS, gruppo brasiliano considerato il più grande produttore al mondo di carni, sta investendo, ovviamente, anche nel settore carni vegetali. Con il suo “The Incredible Burger” (finto hamburger di carne fatto con soia, grano, aglio, cipolle e barbabietole) ha fatto il suo ingrasso nel mercato con l’intento di diventare leader in un settore che, se ci pensi, è completamente l’opposto rispetto a quello in cui è attualmente leader.

FACCIAMO ALCUNE CONSIDERAZIONI INTELLIGENTI

Come ti ho già detto beyond meat non è tanto nel business delle carni vegetali quanto nel business della sostenibilità ambientale e diritti animali, vuole prendersi tutto il nuovo mercato e vuole anche prendersi una fetta del mercato della carne. Devi sapere che beyond meat, che è già nei ristoranti e nei Fast Food, non vuole che i suoi prodotti all’interno dei supermercati vengano messi nel settore VEG, ma li vuole accanto alle carni.

Ora, i clienti potenziali di beyond meat sono vegani, vegetariani e chiunque abbia una certa sensibilità ambientale (segui bene questo ragionamento). Se io e te siamo o vegani o vegetariani o semplicemente abbiamo a cuore l’ambiente sceglieremo i prodotti di beyond meat, che rispecchia pienamente i nostri valori, o prodotti a base vegetale di multinazionali della carne (qui già ci perdiamo i vegani ed i vegetariani) che producono anche carni ad elevato impatto ambientale?

Bene, andiamo avanti…

C-LEVELS DI BEYOND MEAT

Come saprai già se mi segui da un po’, quando si parla di C-Levels ci si riferisce alla figure più importanti che ci sono all’interno di un’azienda. Se l’azienda che analizziamo è gestita da pincopallo sfigatiello che ha studiato all’università della vita ed ha un master in fancazzismo, be, capirai che abbiamo ottime probabilità che l’azienda in esame si reputi un pessimo investimento.

Perciò prima di “sposare” l’azienda dove metteremo i soldi dobbiamo capire se abbiamo a che fare con una moglie amorevole oppure con una….ci siamo capiti.

Ethan Brown, ceo e fondatore di Beyond meat è quello che potremmo definire senza mezzi termini un “visionario”: sogna un futuro in cui non ci sia spazio per le carni di origine animale (ebbene sì, oggi bisogna prendere familiarità con questa affermazione visto che esistono carni di origine vegetale), in cui l’impatto ambientale sia zero ed in cui l’uomo trovi il suo perfetto equilibrio tra le sue esigenze e la natura.

Sin da ragazzo Ethan Brown mostra una certa sensibilità nei confronti degli animali, il padre, professore universitario di spicco, apre una fattoria per la produzione di prodotti casari ed è proprio nella fattoria che Ethan elabora il pensiero che animerà le sue scelte future: la differenza tra un animale domestico ed il bestiame è solo uno scoglio culturale.

La sua personalità è certamente polarizzante e questo gli consente di essere per la sua azienda una figura carismatica molto importante. Ethan Brown è convinto che, dati alla mano, con l’aumento della popolazione mondiale, mangiare carne sia semplicemente insostenibile: non abbiamo abbastanza terra ed abbastanza acqua per poter reggere l’incremento di produzione in futuro, senza contare la necessita di evitare che il riscaldamento globale (di cui una delle cause principali è l’allevamento del bestiame) ci faccia cuocere da qui a qualche decennio come un uovo rotto sull’asfalto bollente.

Sono convinto che una figura carismatica di questo genere sia davvero fondamentale per il futuro dell’azienda, Ethan Brown è un visionario, un innovatore, una sorta di Elon Musk del settore food che se continua sulla strada intrapresa può davvero portare Beyond meat a diventare leader del settore carni vegetali e, cosa che è nella sua agenda, prendersi una grossa fetta del mercato della carne tradizionale.

ROAD/MAP PRODOTTI E SERVIZI BEYOND MEAT

In questo paragrafo, che sarà molto breve, andremo a capire se Beyond meat ha piani di acquisizione di altre aziende e se investe in ricerca e sviluppo.

Per quanto riguarda i piani di acquisizione, che solitamente le aziende compiono per acquisire brevetti e abbattere la concorrenza futura, Beyond meat attualmente non ha piani di acquisizione, il che però è del tutto normale visto che opera in un settore che a tutti gli effetti è nuovo.

Dal fronte ricerca e sviluppo invece,  ci sono interessanti novità che riguardano i money, soldi, fatturato, insomma, ottime notizie.

Il costo di produzione degli hamburger vegetali non è eccessivo, le materie prime non sono costose e neppure il processo di approvvigionamento, ciò che pesa nel bilancio è proprio la ricerca costosa che ha reso possibile la creazione di un prodotto che per caratteristiche e sapore è del tutto simile alla carne.

Ma allora…qual è la buona notizia?

Per scoprire qual è la buona notizia dobbiamo fare un salto indietro, nello specifico dobbiamo arrivare sino al 2016. In quell’anno la voce ricerca e sviluppo pesava per più del 30% del fatturato, oggi invece il peso della ricerca e sviluppo è del 10%.

Sai cosa significa questo?

Che, proprio grazie ai massicci investimenti in ricerca e sviluppo oggi si è giunti ad un punto in cui, come si suol dire, si raccoglie ciò che si è seminato.

Ed ora….rullo dei tamburi signori…stiamo per rispondere alla fatidica domanda:

CONVIENE COMPRARE AZIONI BEYON MEAT?  

Lo so, lo so, mi stai ringraziando…be del resto non capita tutti i giorni di leggere un contenuto così approfondito in altri siti di settore italiani…eh già perché, detto tra noi (che rimanga un segreto), gli altri siti semplicemente fanno scrivere i loro articoletti a scrittori sottopagati che non capiscono una cippa e che per sbarcare il lunario (poveretti) si improvvisano talvolta esperti di borsa altre volte esperti di “mamme: come preparare omogenizzati biologici in 5 minuti con il tuo bimbi”

Una cosa davvero triste…ma la cosa più triste è che le persone che leggono quei contenuti e si fidano vanno a sprecare soldi investendo in aziende di cui non sanno assolutamente nulla, o forse ne sanno di più rispetto a chi ha scritto l’articolo.

Comunque, non ci pensiamo, tanto è una battaglia persa in partenza, sono io contro di loro: loro sono in tanti ed io combatto da solo per portare un po’ di conoscenza nel mercato italiano del trading online.

Abbiamo visto che la quotazione in borsa di Beyond meat è stata un successo senza precedenti (cose così non si vedevano da 9 anni a Wall Street), sappiamo che il mercato delle carni vegetali aumenterà moltissimo nei prossimi anni, sappiamo che la necessità ci porterà a scelte sempre più consapevoli dell’impatto ambientale, sappiamo che attualmente Beyond meat è il leader di questo nuovo settore…

Per ora le azioni Beyond meat sono quotate 169 dollari, una cifra tutto sommato bassa, ma se si guarda a 2 mesi fa (maggio 2019) erano a 65…ora certamente se tu avessi investito 2 mesi fa già staresti saltellando come un canguro australiano, ma non possiamo pensare al passato, anche perché i numeri parlano chiaro ed il valore delle azioni Beyond meat al momento è sottostimato.

azioni beyond meat

Ora voglio spiegarti perché il valore delle azioni è ancora molto basso rispetto al potenziale che l’azienda potrebbe avere:

  • Beyond meat non ha ancora utili
  • Beyond meat non è ancora presente in tutto il mondo
  • Beyond meat non ha ancora rilasciato dividendi
  • Beyond meat non ha visto ancora l’apice del mercato in cui opera

Il superamento di questi “gradini” porterà ad un conseguente aumento delle quotazioni di Beyond meat, a patto, sia chiaro, che l’azienda riesca a salirli.

Ci sono buone probabilità che Beyond meat diventi leader di un settore che ha potenzialità di espansione incredibili, se ciò accade investire oggi in azioni Beyond meat significherebbe avere tra le mani una delle più grandi aziende al mondo.

Io personalmente ho deciso di dedicare parte del mio capitale all’investimento in azioni Beyond meat e se anche tu vuoi approfittare dell’occasione puoi farlo, ovviamente, non deve essere una puntata come se stessi al casinò: devi investire solo denaro di cui non hai bisogno in questo momento, sono stato chiaro?

Bene, ora vediamo dove investire in azioni Beyond meat

Lo so che il tuo primo pensiero sarebbe quello di correre nella tua banca e dire allo sportellista: voglio investire in azioni Beyond meat…

Purtroppo però ti troverai difronte uno che per accaparrarsi le commissioni della banca ti esorterà ad investire nei vari asset che secondo la banca sono “sicuri”….il caso parmalat o monte dei paschi insegna…

Per evitare che ti rifilino spazzatura o che la gran parte dei tuoi soldi sparisca magicamente in costi di commissione scritti in piccolo in una delle 575 pagine dell’informativa sull’acquisto, fai quello che ti dico.

Vai su www.24option.com/guida metti i dati che indica il sito, scarica la guida al trading, credimi ti salverà la vita. Dopo esserti iscritto riceverai la chiamata dal tuo personale consulente, che ti indicherà come utilizzare la piattaforma di investimento, che tra l’altro è molto semplice da utilizzare, fatto ciò puoi comprare in autonomia le azioni Beyond meat senza costi di commissione bancarie, che nemmeno un usuraio si permetterebbe di proporre.

Bene, per oggi è tutto. Se vuoi approfondire l’argomento azioni ti consiglio di leggere la mia guida: Comprare Azioni

Per ogni domanda o chiarimento…il box dei commenti qui sotto è messo apposta per questo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2013-2019 edilbroker.it | chi siamo