Comprare azioni Eni conviene? Si tratta di un investimento valido? Cosa dovrei considerare prima di investire in azioni Eni?

Prima di regalarti le risposte a queste domande, voglio prima chiederti: sei pronto realmente a sfruttare al massimo tutto ciò che ti dirò sulle azioni Eni?

Perché, guarda, investo su Eni da tempo e so perfettamente quali sono i punti di forza e debolezza del titolo… ma per sfruttare ciò che sto per dirti ti serve molto di più che le esperienze di un trader professionista.

Ecco perché voglio aprire questo approfondimento con due notizie.

Iniziamo con quella buona: puoi ottenere tutti gli strumenti che ti servono per investire sulle azioni Eni (vedrai dopo di cosa si tratta in particolare) completamente A COSTO ZERO. Niente pagamenti anticipati e poi rimborsati, niente costi nascosti. GRATIS.

Un vantaggio che io non ho avuto, quando ho iniziato a fare trading più di dieci anni fa!

MA…

La notizia cattiva è che, come tutte le cose belle, non durano per sempre. Non si tratta dei finti sconti di poltrone Sofà, che svaniscono una settimana per poi rinascere magicamente quella dopo. No.

Questa promozione ha l’obiettivo di supportare il lancio in Italia della piattaforma e, quindi, una volta raggiunto l’obiettivo, semplicemente scomparirà.

Quindi, puoi tranquillamente continuare a leggere questa guida, prendertela comoda, pensarci su (che diavolo hai da pensare?!? È GRATIS), discuterne con parenti, amici e conoscenti e… BEM… scoprire che è terminata e trovarti con un bell’esame della prostata indesiderato.

Perché, lasciatelo dire, gli strumenti che potresti ricevre gratis, non valgono quattro spicci.

Oppure potresti essere furbo, accaparrarti la promozione gratuita (senza impegni) e continuare a leggere questa guida poi dopo. Tanto non va da nessuna parte.

Per farlo ti basta andare su questo link: www.capex.com/promo-comprare-azioni.

Comprare azioni Eni: Ok? Ma perché ENI?

Partiamo dall’inizio: perché comprare azioni Eni? Perché proprio ora?

Ti rigiro la domanda: ti serve un motivo per investire nella 17° società al mondo e 1° in Italia secondo Bloomberg e Forune 500?

Eni S.p.A., infatti, non è solo una storica azienda italiana (ex. Ente Nazionale Idrocarburi, fondata nel 1953) ma è anche una delle società attive nel settore energetico più importanti al mondo, attiva in oltre 69 Stati.

Ma il punto è ancora un altro. Infatti, Eni non solo è tra i titoli più scambiati a Piazza Affari, ma è anche particolarmente apprezzata a Wall Street, con Eni (E) quotata alla NYSE che è stata presa d’assalto dai Fondi di Investimento dal 2020 a oggi.

La miglior blue chip italiana, così la chiamano. E l’11.88% delle azioni Eni, infatti, è in mano a americani e canadesi.

Del resto chi è così folle da non considerare un titolo che presenta un rendimento a un anno del 34.8% e un consensus analitico che consiglia per l’80% il BUY?

Ma prima di partire per la tangente, lascia che ti dica un paio di cose che ti permetteranno di evitare l’errore che fanno l’80% dei principianti: PERDERE SOLDI.

Comprare azioni Eni – Quanto valgono?

Scoprire quanto valgono le azioni Eni non significa trovare la quotazione del titolo e affidarsi a quella. I prezzi di mercato, infatti, non riflettono il valore intrinseco delle azioni Eni e… indovina un po’, per capire se comprare azioni Eni, quando comprarle e come, ti servirà ben più di un numero che cambia ogni secondo.

Ora, a seguire ti voglio spiegare chiaramente come calcolare il valore intrinseco delle azioni Eni. Si tratta di un procedimento relativamente semplice che prende in considerazione le stime decennali sul titolo:

Azioni EniValoreCosa significa
EPS ttm2.36Earning per share, ovvero i profitti per azioni comprate
Growth Rate10.38%Il tasso di crescita
Rate of Return Minimo15%Ovvero quali sono i profitti minimi che ti aspetti (15% è una delle impostazioni di default)
Margin of Safety50%Il margine di sicurezza… Ovvero di quanto vuoi correggere la stima per andare sul sicuro.
Rapporto P/E20.76Ovvero il rapporto prezzo-utili.

Alfredo, ma come ottengo questi dati? Dove posso prenderli?

Te l’ho detto sopra. Il modo migliore per avere accesso a questi dati senza sborsare un centesimo è la promozione di Capex.

Altrimenti, se non mi hai dato retta e hai passato il giorno a girarti i pollici… beh, preparati a spendere con le tante alternative online (gli abbonamenti che ti propongono non sono certamente gratis).

Ora, con questi numeri che ci fai?

Semplice: dai un’occhiata alla tabella sottostante:

Anno10°
EPS2.36€2.6€2.88€3.17€3.5€3.87€4.27€4.71€5.2€5.74€
Valore intrinseco33.87€38.96€44.8€51.52€59.25€68.13€78.35€90.11€130.62€119.17€  

Altro non ho fatto che applicare il tasso di crescita all’EPS nel tempo e da lì ricavare il valore intrinseco delle azioni Eni.

Ora, potresti chiederti “Ma, Alfredo, le azioni Eni oggi non valgono 33.87€! Hai sbagliato qualcosa!

Ebbene, no. Ti ho mostrato qual è il valore intrinseco delle azioni Eni, ovvero il valore di ogni singola azione prendendo in considerazione puramente il suo potenziale futuro.

Si tratta di una stima che, ovviamente, va corretta. Ed ecco che entra in gioco il Margin of Safety: il fair value delle azioni Eni oggi non è 33.87€ ma 16.94€.

Tieni bene a mente questo valore, perché è di cruciale importanza per fare previsioni sulle azioni Eni, come ti ho spiegato nel mio approfondimento.

Ora, se come me non andavi bene in Matematica a scuola e se ti vuoi risparmiare di imparare tutte queste cose facendo gavetta su libri e corsi per almeno un buon semestre, la cosa migliore è avere un servizio che ti faccia avere queste stime già belle che pronte.

La promozione già la conosci: www.capex.com/promo-comprare-azioni.

Comprare azioni Eni conviene? La situazione della società

Quindi, se il fair value delle azioni Eni è di 16.94€, come mai il titolo è quotato a meno? Significa che la società è poco seria? Che ci sono problemi nascosti al di là del valore delle azioni e dei tassi di crescita?

C’è solo un modo per scoprirlo: indagare!

I fattori che DEVI ASSOLUTAMENTE considerare per valutare lo stato di salute della Eni sono:

  • Bilanci. I bilanci sono la TAC di ogni attività. Se ci sono dei problemi, li troverai nei bilanci;
  • Indebitamento;
  • Business model aziendale.

In pratica, i bilanci ti dicono tutto del presente di un’azienda, mentre l’indebitamento e il business model ti permettono di capire cosa potrebbe accadere in futuro, in positivo o in negativo.

Bilanci societari Eni

Per quanto riguarda i bilanci, non dovresti sorprenderti affatto che la Eni è riuscita a chiudere il 2021 con risultati eccellenti.

Non solo il 2021 è stato l’anno dopo lo scoppio della pandemia (e quindi era difficile ottenere risultati peggiori), ma i consumi di gas e corrente elettrica si sono intensificati da allora, così come tutta la rete di produzione e distribuzione della Eni.

Bilanci Eni20212020Variazione
Fatturato76.58 miliardi €43.987 miliardi €+74.09%
Utile operativo12.341 miliardi €-3.725 miliardi €+16 miliardi €
Flusso di cassa5.582 miliardi €-921 milioni €+6.503 miliardi €
Investimenti aziendali complessivi8.05 miliardi €5.03 miliardi €+60.03%

Non solo, dunque, la Eni è riuscita a rimettersi in piedi dopo il disastro pandemico, ma ha, allo stesso tempo, segnato un nuovo record. Gli utili nel 2021, infatti, sono stati i più alti negli ultimi 10 anni.

Non è una sorpresa, dunque, se i dividendi sulle azioni Eni, come ti ho spiegato nel mio approfondimento, sono in netta crescita e tra i più alti d’Italia.

Ti sembra ancora assurdo che il valore intrinseco delle azioni Eni sia di 33.87€?

Indebitamento Eni

Ora, l’indebitamento della Eni è ciò che ha permesso la ripresa miracolosa. La società, infatti, ha coperto molte delle perdite registrate nel 2020 con due tranches di indebitamento progressive. Una nel 2020 (2.16 miliardi di €) e una nel 2021 (1.1 miliardi di €). Complessivamente, dunque, l’indebitamento societario è salito.

Ma si tratta veramente di una cattiva notizia?

NO. E sai perché?

Perché Eni, come ti ho detto, gode di ottima fama in America. È considerata una delle società italiane di maggior successo. Questo comporta che l’indebitamento societario della Eni è rifinanziabile con particolare semplicità tramite l’emissione di obbligazioni.

I bonds Eni, con tassi di interesse fino al 3.75%, sono stati valutati positivamente dalle più importanti agenzie di rating, con Fitch e Standard & Poors che hanno assegnato entrambe un A- alle obbligazioni a lunga scadenza.

Complessivamente, se tieni conto che la Eni presenta un indebitamento che copre appena il 74.48% del capitale netto aziendale e il 77% di questo è indebitamento a lungo termine, non ci vuole Einstein per capire che la società ha ampio margine di crescita. Il debito, infatti, è uno strumento essenziale per crescere velocemente.

Se trovi un’offerta sulla casa dei tuoi sogni che fai? Risparmi per 20 anni e aspetti che qualcun altro la compri o apri un mutuo e te la compri subito prima che qualcuno ti batta nel tempo?

Stessa cosa per la Eni. Avere margine di ampliamento del proprio debito e una affidabilità creditizia elevata sono due elementi essenziali per espandersi rapidamente.

Business model della Eni

E passiamo ora alla parte veramente più interessante: il business model. Ovvero, come si è organizzata e strutturata l’Eni per supportare la propria crescita.

Come tutte le società energetiche, Eni ha dovuto fare i conti con gli accordi di Parigi: neutralità carbonica per il 2050 o… Meglio che non ci sia un “o”!

Il problema qual è?

Eni si occupa di produrre, estrarre, raffinare e distribuire idrocarburi ed energia elettrica, no? Ora, gli idrocarburi HANNO impronta carbonica. Cioè producono gas serra.

L’energia elettrica può non farlo. E, in particolar modo, se ci si affida a fonti rinnovabili si riduce allo stesso tempo l’impatto di petrolio, gas e carbone.

Ecco, dunque, che la Eni si proietta nel futuro mantenendo le proprie basi estrattive attive nel mondo (14 in Africa, 15 nel Pacifico, 5 in America e 8 in Europa) MA, allo stesso tempo, espandendo la propria produzione da fonti rinnovabili.

Dal 2020 al 2021, infatti, Eni Plenitude ha registrato un aumento del 318.51% sulle installazioni di energia rinnovabile, abbassando le emissioni di anidride carbonica del 26% dal 2018.

Plenitude è la sussidiaria creata proprio allo scopo di proiettare l’azienda alla trasformazione energetica e, dunque, contribuire al complessivo abbassamento delle emissioni.

Quindi… Conviene comprare azioni Eni OGGI?

Come ti ho detto all’inizio, io sono attivo sul titolo Eni da anni ormai.

Anche da prima che il fair value si fissasse su valori così promettenti. Non vi è dubbio che il titolo è sottostimato ma… Ti conviene comprarlo?

DIMMELO TU!

Hai a disposizione una piattaforma che ti da tutte le informazioni di cui ti ho parlato e che in più ti comunica le varie opinioni di analisti (QUELLI VERI, non come i miei colleghi)?

Perché senza questi strumenti rischi veramente di affidarti ad uno di quei siti che ti dice “Si, comprare azioni Eni conviene. Farà il 150% solo quest’anno. Clicca qui”.

Per essere analisti e consulenti finanziari ci vuole molto di più di un sito web! Ecco perché ti consiglio sempre di diffidare dai cialtroni, che venderebbero la madre pur di mettere le mani sul tuo portafogli.

Quindi. Hai una piattaforma del genere? Sei riuscito ad accaparrarti la promozione di Capex?

Bene. Perché in quel caso allora, sì, comprare azioni Eni potrebbe rivelarsi l’operazione più saggia che tu abbia mai fatto.

I buoni investimenti nascono dalle buone analisi e… inutile che te lo ripeta. Per fare buone analisi devi avere a disposizione strumenti e dati seri!

Dove comprare azioni Eni

Inutile chiedersi “dove comprare azioni Eni?”. La risposta è semplice: dappertutto.

Puoi comprare azioni Eni in banca? SI!

Le puoi comprare azioni Eni alle Poste? SI!

TI CONVIENE? NO!

Se vuoi veramente compiere questo passo e comprare azioni Eni sapendo che il titolo ha un ottimo potenziale di crescita e che Alfredo non è così cogli*ne da acquistare un asset che non porti profitto, allora devi essere furbo.

Che senso ha comprare un’azione che presenta un Margin of Safety a circa 16€ per poi pagare 10 euro di commissioni?

Te lo dico io: NESSUNO.

Quello che ti serve è un’offerta di investimento capace di non succhiarti l’anima a botta di commissioni e lasciarti tutti i margini di profitto che ti servono. Altrimenti che investi a fare?

Ecco perché il mio consiglio è di rivolgersi a Capex e non farlo domani o dopodomani. Ma FARLO ORA, finché è ancora attiva la promozione: www.capex.com/promo-comprare-azioni.

Così non solo potrai comprare azioni Eni con un broker dal profilo commissionale estremamente competitivo, ma riceverai GRATUITAMENTE (E PER SEMPRE) gli strumenti che ti servono non solo a comprare azioni Eni, ma a comprare azioni in generale.

Se sei interessato al mercato azionario e vuoi approfondire l’argomento puoi leggere la mia guida: Comprare Azioni

Come sempre, se hai dubbi o vuoi chiedermi un consiglio puoi utilizzare il box del commenti che trovi qui sotto.