lunedì, 17 Giugno, 2019

Vuoi Accaparrarti le azioni Zalando? Non essere precoce, non è mai soddisfacente…

Comprare azioni Zalando conviene? Cosa ci dicono le quotazioni Zalando?

So che hai una voglia insopprimibile di fiondarti ad acquistare le azioni Zalando, ma ti consiglio di frenare i tuoi “bollenti spiriti”: comprare azioni Zalando non è una cosa da prendere alla leggera, hai bisogno di una mano per capire se conviene oppure no…sei fortunato…hai trovato me!

In questa guida, che ti consiglio di leggere fino alla fine, andiamo ad analizzare l’azienda Zalando: bilanci; prospettive di crescita; criticità, insomma, tutto ciò che ti serve per capire se i tuoi soldi possono moltiplicarsi acquistando azioni Zalando oppure se rischi seriamente di perderli tutti.

Sei Pronto?

Mettiti comodo, uscirai da qui con tante di quelle informazioni che ti sembrerà di essere stato il fondatore di Zalando.

Zalando, Un po’ di storia: solo quella che ti serve

Inizialmente con il nome di Ifansho, Zalando vede la luce nel 2008 in Germania grazie all’idea ambiziosa di  Robert Gentz e David Schneider che, prendendo spunto dagli Stati Uniti, improntano il core business sulla vendita di calzature.

C’è voluto davvero poco perché da quella nicchia ne spuntassero fuori altre (Proprio come accadde ad Amazon che iniziò con la vendita di libri) e già nel 2009 l’e-commerce si espande in Austria per poi, solo nell’anno successivo, aprire i battenti in Francia e Paesi Bassi.

Nel 2010 il fatturato della società è di 159 milioni di euro, una cifra di tutto rispetto, ma le cose interessanti arrivano nel 2012. In quell’anno Zalando è già presente in 14 paesi europei (Germania; Austria; Svizzera; Francia; Belgio; Paesi Bassi; Italia; Spagna; Polonia; Svezia; Danimarca; Finlandia; Norvegia; Regno Unito) ed il fatturato è di circa 1 miliardo.

Prova a pensarci, in soli 2 anni il fatturato di Zalando è passato da 159 milioni a 1 miliardo, una crescita incredibile, ma ovviamente questi non sono i numeri odierni…anzi…il fatturato del 2018 è stato di ben 5.4 miliardi.

È indubbio che Zalando è riuscita a farsi avanti in modo prepotente in una nicchia di mercato che non aveva ancora leader di settore, se non Amazon, che più generalmente è leader nell’e-commerce, ma non ha una presenza forte nel settore moda e calzature.

Certo è che prima di capire se conviene o meno in vestire in azioni Zalando dobbiamo analizzare bene tutti i parametri che ci consentono di capire se il valore delle azioni possa aumentare nel tempo, quindi, rimbocchiamoci le maniche e vediamo nel dettaglio quali sono i fattori da considerare.

Comprare azioni Zalando è la scelta giusta? Ecco cosa devi sapere

  1. Business model dell’azienda
  2. Profitti/perdite
  3. Analisi dei competitor
  4. RoadMap prodotti/servizi (capire se l’azienda investe in ricerca e sviluppo; se ha progetti di inglobare altre aziende)
  5. Capire se il titolo è sovra o sottostimato

Ora è il momento di analizzare uno per volta i fattori che ci faranno capire se comprando azioni Zalando possiamo o meno ottenere dei profitti. Ognuno di questi fattori darà un punteggio di qualità all’azienda ed alla fine ti dirò se investire in azioni Zalando è la cosa giusta da fare…ma ATTENZIONE, non fare come fanno quelli che leggono solo l’ultima pagina di un libro per vedere come va a finire! È utile che tu legga tutto per essere davvero consapevole e diventare un investire professionista.

BUSINESS MODEL ZALANDO

Con la presenza in 15 paesi, un numero di clienti di 26,4 milioni, Zalando è leader nel settore Moda e calzature, vanta all’attivo più di 150 marchi ed il suo obiettivo è quello di espandersi oltre i confini europei, aggredendo sia i mercati emergenti sia quelli consolidati.

Per capire il business di Zalando basta entrare nel loro e-commerce. Noterai che tutto è improntato sul life-style e, prendendo spunto dal colosso Amazon, sull’attenzione maniacale alle esigenze dei clienti, con politiche di reso che rendono l’acquisto su Zalando molto più comodo rispetto a quello che si farebbe in un negozio fisico.

Uno dei punti di forza di Zalando è certamente la politica dei resi, infatti, i clienti Zalando possono contare su un reso gratuito sino a 100 giorni dall’acquisto, cosa che ovviamente rende preferibile l’acquisto su Zalando rispetto a qualsiasi altro e-commerce. Inoltre, dal 12 giugno di quest’anno (2019) Zalando ha avviato una partnership con Poste Italiane dando la possibilità di effettuare i resi con SDA/Poste Italiane!; uffici postali e la rete Punto Poste, che vanta 3000 tabaccherie o negozi convenzionati e 350 locker distribuiti in tutta Italia.

PROFITTI/PERDITE ZALANDO

Eccoci arrivati alla resa dei conti, l’analisi dei profitti e delle perdite di un’azienda ci fa capire quanto sia sostenibile nel lungo periodo, ed anche se ci sono moltissimi casi di aziende che hanno sostenuto perdite per anni (una tra tutte Amazon) prima di affermarsi, bisogna tenere in considerazione questo dato e valutarlo nel modo giusto.

Grazie ai 3,1 miliardi di visitatori del 2018, il sito Zalando ha portato a casa un risultato davvero degno di nota: 116,2 milioni di ordini (nel 2017 gli acquisti erano 90,5 milioni) che hanno fatto schizzare i ricavi del 20% per una cifra record di 5,4 miliardi.

Ma se andiamo a dare un’occhiata all’ultimo trimestre dell’anno vediamo che la crescita del parco clienti è aumentata di 1,3 milioni, crescita che non si vedeva da ben 5 anni, ciò fa ben sperare per il 2019 che dovrebbe superare le attese degli analisti.

Uno dei primi obiettivi del 2019 è quello di aumentate del 20-25% il GMV – Gross Merchandise Volume, ossia, l’importo totale che gli utenti spendono nella piattaforma, inoltre, per gestire i grossi volumi di vendita che si prospettano e per far fronte ad una crescita in termini di utenti, Zalando ha previsto un investimento di 300 milioni di euro in tecnologia e logistica.

L’obiettivo di lungo periodo è certamente ambizioso, ma visti i risultati precedenti, non è affatto impossibile da raggiungere. Zalando si propone, entro il 2023/2024, di portare la spesa che i clienti effettuano all’interno dell’e-commerce a 20 miliardi, una cifra che potrebbe far schizzare il valore delle azioni, rendendo l’investimento in Zalando un vero e proprio affare,  soprattutto se si considera che attualmente il titolo viene scambiato a circa 37,50 euro.

ANALISI DEI COMPETITOD DI ZALANDO

Se sei giunto sino a qui hai certamente capito che l’azienda Zalando ha tutte le carte in regola per continuare la sua crescita ed affermarsi come leader di settore anche in altri mercati. Purtroppo però, la corsa al business non è qualcosa di solitario e lungo la strada ci sono altre aziende che vogliono una fetta del mercato.

L’analisi dei competitor è uno dei punti più importanti da considerare quando si decide se comprare una determinata azione, pertanto, andiamo a vedere chi sono e quanto sono i forti i competitor di Zalando.

Sarenza: Gruppo francese nato nel 2005, con consegna in circa 25 paesi d’Europa, è un diretto competitor di Zalando nel settore scarpe, borse ed accessori. Con 45.000 modelli di scarpe e 720 marchi, Sarenza ha l’obiettivo di affermarsi nel panorama europeo prendendosi prepotentemente una quota di mercato molto importante per Zalando.  Il focus di Sarenza è quello di diventare leader nel mercato europeo per la vendita di scarpe, facendo attenzione a non allargare troppo la gamma di prodotti: l’obiettivo infatti è quello di posizionarsi come punto di riferimento per l’acquisto di scarpe online.

Ovviamente Sarenza non è ai livelli di Zalando, ma vanta una crescita importante e ricavi di 250 milioni di euro.

Spartoo: Nata in Francia nel 2016 è un’azienda che concorre insieme a Sarenza alla conquista del mercato e-commerce delle scarpe e abbigliamento e vanta un fatturato di 150 milioni di euro.

Ovviamente, tra i competitor di Zalando figura anche il colosso mondiale dell’e-commerce, ossia, Amazon. Seppure non è un diretto competitor, Amazon non è leader nel settore delle calzature, va considerata l’importanza della creatura di Bezos e l’enorme potere economico che attualmente vanta.

Road Map Prodotti/servizi Zalando

L’analisi della Road Map ci permette di capire se Zalando ha piani di investimenti ricerca e sviluppo e se ha intenzione di acquisire aziende per aumentare la sua rilevanza internazionale. Quest’analisi ci permette di capire quanto l’azienda è proiettata al futuro e, come diretta conseguenza, quali possano essere le prospettive di crescita delle sue azioni.

Innanzitutto, va ricordato che Zalando ha messo sul piatto ben 300 milioni di investimenti che verranno utilizzati per migliorare la logistica e la tecnologia dell’e-commerce, pertanto abbiamo già un segnale positivo sotto questo punto di vista.

Altri miglioramenti in arrivo riguardano Zalando Plus, il prime di Zalando, che permette di ottenere spedizioni più veloci a costo zero se inferiori a 24,90€. Per il momento Zalando Plus è disponibile solo in Germania, ma verrà presto introdotto anche nel mercato italiano.

TITOLO ZALANDO: SOVRA O SOTTOSTIMATO?

Il titolo Zalando ha toccato il suo massimo storico a fine luglio 2018 in cui si muoveva a quota 49,74, attualmente invece il valore delle azioni Zalando è di circa 37,70. Osservando il grafico a 6 mesi possiamo notare una tendenza rialzista, che è certamente sostenuta dalla crescita che l’e-commerce di abbigliamento ha evidenziato nei bilanci.

azioni zalando

La quota che più probabilmente vedremo raggiungere alle azioni Zalando è quella del massimo storico, ossia 49,74, quindi, potresti considerare l’acquisto delle azioni anche solo a livello speculativo. Se invece vogliamo  guardare in ottica di lungo periodo allora le prospettive lasciano pensare che il valore delle azioni possa superare i massimi storici, soprattutto, se tutti gli obiettivi dell’azienda verranno portati a termine.

Zalando è certamente uno degli e-commerce del settore moda più conosciuti in assoluto, i dati relativi ai clienti, al numero di acquisti ed al fatturato sono in costante aumento, tutto ciò lascia pensare che l’azienda sia effettivamente destinata a crescere nei prossimi anni. Il mio consiglio è quello di inserire nel tuo portafoglio azionario una certa quota di azioni Zalando, se ci pensi, il valore delle azioni per il momento è abbastanza basso e potresti, con un capitale minimo, ottenere un buon numero di azioni.

Dove acquistare azioni Zalando

Personalmente prediligo 24option per l’acquisto delle azioni, sia per la sua semplicità di utilizzo, sia per la sicurezza della piattaforma di trading. Inoltre, 24optoin offre ai nuovi utenti la possibilità di scaricare gratuitamente un ottimo manuale di trading che spiega, in parole semplici, tutti i concetti che un trader emergente deve conoscere per operare investimenti profittevoli.

Per scaricare la guida vai sul sito www.24option.com/guida dopo aver inserito i tuoi dati ottieni la guida, dagli un’occhiata, non te ne pentirai.

Se vuoi approfondire ulteriormente il trading in azioni ti consiglio di leggere la mia guida: Comprare Azioni

Come sempre, se hai dubbi o domande che ti vengono in mente, usa il box dei commenti che trovi qui sotto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

2013-2019 edilbroker.it | chi siamo