Shooting Star, una delle pattern candlestick che VUOI vedere sempre quando analizzi un grafico di trading e che, nelle giuste circostanze, può significare veramente molto per il tuo portafogli.

Come le stelle cadenti, anche la shooting star è capace di avverare un desiderio?

Dipende: dovrai infatti FORMULARE IL DESIDERIO GIUSTO!

Ciao, sono Alfredo, trader professionista e proprietario del sito Edilbroker.it, anche se tu probabilmente mi conosci con il nomignolo che mi hanno affibiato quei simpaticoni dei miei colleghi: “la pecora nera del trading”.

Per quale motivo? Semplice: mentre tutti si limitano a darti in pasto sempre le stesse cose e spesso non si disturbano nemmeno a cambiare le parole di Wikipedia, io mi preoccupo di darti informazioni valide, frutto dei miei 16 anni e più di esperienza di trading.

Quindi, se vuoi scoprire in che modo trasformare una shooting star in un’opportunità di trading, allora questo è il contenuto che vuoi leggere. Lascia che il resto dei principianti, quelli che perdono l’80% dei trades aperti, si affidi alle parole degli altri.

Shooting Star candlestick: cos’è e significato

La shooting star è tra le candele giapponesi di inversione più frequenti. Ecco come individuarla e perché è utile agli investimenti.

Come ti ho spiegato nel mio approfondimento sui pattern candlestick, la shooting star è considerata una formazione di candele singole. Questo significa che si tratta di una singola candela che, tuttavia, deve la sua importanza dal contesto in cui è situata.

Partiamo dal nome, no? Shooting Star è il nome che le è stato conferito da Steve Nison, una traduzione del nome giapponese che permette di farsi un’idea particolarmente valida del funzionamento di questa candela giapponese.

Come le stelle cadenti, infatti, presenta una coda (la upper shadow) particolarmente pronunciata e… punta a cadere.

Quindi una shooting star è viene solitamente individuata al culmine di un trend rialzista e anticipa la successiva inversione di tendenza.

Shooting Star candlestick

Dopo una shooting star solitamente devi aspettarti un ribasso. Ma si tratterà di una correzione o di un trend vero e proprio? Ecco, per determinare questo avrai bisogno di altre informazioni.

I pattern candlestick singoli spesso non sono autosufficienti e dovrai affidarti all’analisi tecnica o ad altri segnali di trading per sfruttarli a pieno.

A tal proposito ti consiglio di semplificarti la vita e bypassare mesi e mesi di esercizio sul conto demo. In che modo? Sfruttando la promo in scadenza di OBRinvest sui segnali di trading. Se riesci ad ottenerla prima che sia troppo tardi questa ti garantisce fino a 7 segnali di trading gratuiti al giorno. PER SEMPRE.

Ti lascio qui il link della promo: www.obrinvest.com/promo-segnali-trading/. Ora continuiamo con la shooting star.

Doji e shooting star: madre e figlia

Prima di continuare con la pratica vera e propria, ti voglio dare un’informazione estremamente utile che ti permetterà di orientarti non solo per quanto riguarda il trading con la shooting star ma anche con gli altri pattern singoli.

Come ti ho spiegato nel mio approfondimento sulle doji candlestick, infatti, tutti i pattern singoli fanno capo a due diversi genitori: dragonfly doji e gravestone doji.

Nel caso specifico si tratta della gravestone doji. Diversamente da questa, la shooting star presenta un corpo della candela decisamente più pronunciato e questo le conferisce molta più affidabilità.

Mentre una doji, infatti, è caratterizzata dal fatto che il prezzo di apertura e chiusura in un dato periodo si equivalgono (segno di indecisione di mercato), la shooting star mostra:

  • Un rialzo minimo: il prezzo di chiusura è superiore a quello di apertura;
  • Massimi molto pronunciati: la upper shadow, infatti, è solitamente lunga tre o quattro volte il corpo della candela;
  • Minimi assenti o poco rilevanti;

Dunque, rispetto ad una doji, non si ha semplicemente indecisione di mercato e rifiuto dei massimi, ma l’esaurimento del momentum rialzista del trend. I prezzi variano, si ha un rialzo, ma i massimi sono rigettati.

A maggior ragione perché la shooting star è tale se individuata alla fine di un aumento dei prezzi.

Shooting star & inverted hammer: gemelli eterozigoti

Quanto detto prima risulta essere molto importante se hai letto anche il mio approfondimento sull’inverted hammer candlestick.

Entrambe le candele sono figlie della gravestone doji. Un perfetto parto gemellare.

Ma ti è mai capitato di vedere gemelli che si somigliano come due gocce d’acqua ma che hanno temperamento, carattere e attitudini completamente opposte?

Ecco: shooting star & inverted hammer rientrano tra questi.

confronto tra shooting star e inverted hammer
Shooting Star vs Inverted Hammer: i gemelli opposti

Non mi voglio dilungare eccessivamente, ma per distinguerle ti basta osservare attentamente il contesto.

ATTENZIONE a non confonderle. Queste due candele ti comunicano segnali opposti e se operi un po’ alla ca*zo di cane sappi che ci sono seri rischi di perdere buona parte del tuo investimento.

Fare trading con la shooting star candlestick: analisi, mercati e caso studio

Per fare trading con la shooting star è necessario prima sapere come cercare quella giusta e come distinguere i segnali validi da quelli fasulli. Eccoti qualche dritta.

Hai visto che è il contesto a decidere se una candela giapponese è una shooting star o meno? Ebbene, sappi che le cose non si semplificano affatto quando ti troverai dinanzi un grafico di trading.

Prima di perderti d’animo permettimi di dirti che, per quanto complessa, puoi padroneggiare questa pattern candlestick con un po’ di allenamento e con le giuste dritte.

Per questo motivo nei prossimi paragrafi voglio dirti tutto quello che ho imparato nei miei 16 anni e più di esperienza sui mercati finanziari.

Sappi che puoi tranquillamente approfondire questi argomenti con i materiali formativi che OBRinvest ha deciso di regalarti con questa promozione: www.obrinvest.com/promo-formazione-gratuita/. Sappi che si tratta di un’occasione che capita una sola volta nella vita: OBRinvest non la lascerà attiva per sempre e se vuoi essere tra i pochi fortunati ti conviene affrettarti.

Detto questo, per padroneggiare il trading con le shooting star devi sapere:

  • Come analizzare il grafico;
  • In quali mercati andare a cercarla;
  • Come realizzare l’investimento.

Per aiutarti ulteriormente ti voglio fornire, infine, anche un caso studio, con qualche interessante spunto che ti può evitare quegli spiacevoli errori che fin troppi principianti commettono.

Candela Shooting Star: come analizzare il grafico di trading

La shooting star non è una candlestick autosufficiente. Per sfruttarla al meglio negli investimenti, infatti, è necessario condurre un’analisi supplementare. Ecco come.

Fino a qui tutto chiaro? Hai compreso che la shooting star è una candlestick di inversione e che si presenta al culmine di un rialzo?

Bene. Allora probabilmente hai già intuito che tipo di analisi bisogna svolgere.

TREND. Per verificare il segnale della shooting star ti servono indicatori di trend. Personalmente preferisco applicare al grafico l’Alligator ma sei liberissimo di scegliere tra quelli più semplici (le Medie Mobili, ad esempio) a quelli più complessi, con più elementi a schermo (come il MACD o il DPO).

Ma Alfredo, perché gli indicatori di trend?

Perché ti permettono di capire velocemente se la shooting star che hai individuato si inserisce all’interno di un trend che ancora non ha esaurito la propria forza o se, invece, il prezzo dell’asset è pronto ad intraprendere una nuova fase.

E, ancora, se analizzi attentamente il grafico, puoi anche riconoscere se il segnale ti comunica un semplice movimento correttivo o se, invece, ti sta segnalando una inversione in gran stile.

Ti faccio un esempio:

Come analizzare la shooting star su un grafico

In questo caso si sono susseguite due shooting star, ma lo stesso ragionamento vale anche con una sola: ASPETTA sempre la conferma della candela successiva e l’interazione con l’indicatore.

Solo in questo modo potrai confermare VERAMENTE il segnale. Fatti prendere dalla fretta e le possibilità di chiudere la posizione in perdita salgono enormemente.

Meglio un investimento sicuro ma con percentuali di profitto LEGGERMENTE inferiori o sperare di ottenere ritorni più elevati ma rischiare tutta l’operazione?

Scegliendo la seconda opzione rientri in quella categoria di principianti che chiudono in rosso l’80% dei propri trades. I professionisti, invece, non hanno dubbi e vanno SEMPRE sul sicuro.

Shooting Star: i mercati e come aprire la posizione

Prima una premessa d’obbligo: qui ti riporto quelle che sono le mie preferenze di applicazione. Molti trader professionisti che conosco applicano le shooting star anche al forex o agli indici.

Personalmente sul forex io preferisco affidarmi ad altri pattern candlestick e ad altri strumenti e impiegare la shooting star prevalentemente sul mercato azionario o al massimo su quello delle materie prime.

Per quale motivo?

Semplice: trovo che le shooting star siano più efficaci su timeframe dilatati (dai 30 minuti a salire). Sul forex invece solitamente si opera con grafico a 5/10 minuti massimo.

Detto questo, sei liberissimo di scegliere dove operare. A prescindere dall’asset in questione, le regole per aprire una posizione in sicurezza con la shooting star restano le stesse. Ti basta obbedire a 3 principi:

  1. Aver fatto l’analisi e verificato il segnale
  2. Impostare lo Stop Loss in corrispondenza del massimo registato dalla shooting star;
  3. Impostare il Take Profit in corrispondenza dell’apertura del trend rialzista (se il segnale è di inversione) o in corrispondenza del minimo recente (se il segnale è di correzione).

Partendo dalla stessa situazione di prima, eccoti un esempio pratico:

Come aprire una posizione di trading con la shooting star

Se ci tieni a saperlo, si tratta di un’operazione fatta ad Agosto 2021 sulle azioni Canopy Growth (di cui ti ho già parlato).

Trading con la shooting star: caso studio

Per il caso studio ho voluto riassumere un po’ quanto detto finora e mostrarti non solo perché l’analisi è importante, ma anche in che modo un’operazione con le shooting star può trasformarsi in profitto concreto se sapientemente organizzata.

Come al solito, parti dall’osservare questa immagine:

Caso studio: le shooting star tra falsi segnali e investimento
  • Parte 1: come puoi vedere si è formata una shooting star, ma si tratta di un falso segnale. Come faccio a saperlo? Basta osservare l’indicatore (nel caso specifico l’Alligator). Contrariamente a quanto segnala la shooting star, infatti, il trend è in pieno sviluppo: una inversione è fuori questione.
  • Parte 2: in questo caso la shooting star segnala una correzione di mercato. Vale la pena di sfruttarla? NO, e il motivo è semplice: l’analisi con l’Alligator, infatti, mostra come le tre medie che lo compongono non solo si mantengono rialziste, ma anche molto distanziate tra loro. In altre parole: non è il momento di shortare.
  • Parte 3: ci siamo. La distanza tra le medie dell’Alligator si è molto ridotta e, nonostante la linea della mascella (quella superiore) mostra un’impennata, le altre non alterano il proprio corso. Detto altrimenti? Si tratta solo di volatilità e le quotazioni scenderanno. È il momento di investire.

Se nel paragrafo precedente ti sei chiesto per quale motivo lo Stop Loss va messo in corrispondenza dei massimi della shooting star allora questo caso studio te lo mostra in modo lampante.

Prima del definitivo ribasso e del segnale dell’Alligator (4), infatti, le azioni Canopy Growth vedono un’impennata di volatilità. Lo Stop Loss sui massimi della shooting star mi ha permesso e ti permetterà di assorbire questo movimento SENZA registrare perdite.

Ti senti pronto ora? Sicuro che non ti serve altro?

Il trading con Shooting Star: come imparare e approfondire

Per padroneggiare il trading con la shooting star è necessario fare pratica e approfondire i suoi aspetti particolari. Ma non è necessario spendere soldi in corsi.

Prima di lanciarti a capofitto nel trading con la shooting star lascia che ti dia qualche ultimo suggerimento. Ho voluto, infatti, riassumerti le cose da sapere e le tecniche per operare proficuamente con questa pattern candlestick.

Ma l’argomento non è affatto esaurito.

Ci sono ancora cose che puoi approfondire per padroneggiare questo elemento di trading e, soprattutto, strumenti che ti possono aiutare specie durante i primi mesi.

Ho fatto accenno a più riprese a percorsi formativi e, soprattutto, a segnali di trading, no? Sappi che se sei alle prime armi ti possono essere di grande aiuto.

Io ormai non li uso più di tanto, specie quanto faccio trading con le formazioni di candele. Ma tu? Avendo a disposizione i segnali di trading quotidiani puoi contare su un’ulteriore conferma delle shooting star e, per di più, con materiali formativi (manuali e corsi) puoi approfondire tecniche di investimento che maggiormente si addicono al tuo stile.

MA esiste un problema. Se non vuoi sborsare fior di quattrini, infatti, sarai costretto a combattere contro il tempo.

Esiste un modo per avere formazione specifica e fino a 7 segnali di trading al giorno COMPLETAMENTE GRATUITI ma ogni minuto che passa le chanches di riuscire ad ottenerli si assottigliano. Il motivo è semplice.

Come ti ho spiegato nelle mie opinioni su OBRinvest, infatti, il broker ha messo a disposizione delle promozioni gratuite per i traders italiani in occasione del lancio della piattaforma in lingua. Sai cosa rende tali le promozioni?

Oltre alla convenienza e alla gratuità, la scadenza. E le promozioni di OBRinvest purtroppo stanno per toccare la loro end-line. Per questo motivo ti lascio qui il link e ti consiglio di affrettarti: www.obrinvest.com/promo-segnali-gratis/ e www.obrinvest.com/promo-formazione-gratuita/.

Se riesci a farle tue puoi star tranquillo: ti sei appena garantito una scorciatoia che ti permetterà di risparmiare almeno un semestre. Invece di farti crescere i capelli bianchi davanti ad un conto demo, infatti, potrai iniziare a fare trading SUBITO.

Se non è un vantaggio questo, non so cosa lo possa essere.